Un testo asciutto e diretto, ben organizzato. Un buon equilibrio fra concetti generali e consigli pratici. L’ho acquistato innanzitutto per aumentare le mie conoscenze in fatto di strategie e tecniche legate al mondo social media, ma alla fine mi è stato ancor più utile nell’organizzare nella mia mente il cosiddetto ‘quadro della situazione’.
‘Quadro’ che a sua volta mi è stato necessario per generare varie riflessioni in materia e formulare un mio ‘modello’ di approccio ed intervento sull’argomento.
E’ chiaro, sia il quadro che il modello sono di tipo ‘aperto’ e cioè implementabili continuamente (visto la natura così dinamica della materia), ma sono sempre schemi importantissimi, sono punti di riferimento; diversamente non c’è metodo e professionalità.

Fra le varie cose, degno di nota è il capitolo relativo allo ‘storytelling’: conciso, ma esaustivo. Segnalo poi un dettaglio che mi ha fatto piacere leggere -perché l’ho sempre pensata così- ovvero, non esiste marketing tradizionale e marketing digitale. Esiste il marketing e basta.  Secondo la mia sintesi, il mercato è il luogo dove “un essere umano vende una cosa ad un altro essere umano”. Punto. In mezzo ci sono gli strumenti (pratici e teorici) che il periodo storico e le nostre disponibilità finanziarie ci mettono a disposizione e noi siamo tenuti a conoscerli tutti e ad orchestrarli.

Questo libro è stato scritto da otto esperti diversi, qui nomino per brevità solo il capofila che è il professor Guido Di Fraia, direttore scientifico dell’Executive Master IULM in Social Media Marketing e Web Communication, docente del Dottorato in Comunicazione e Nuove Tecnologie e titolare della cattedra della Laurea Magistrale in Digital Marketing, sempre presso l’Università IULM di Milano.

 

[Titolo: Social media marketing, strategie e tecniche per aziende B2B e B2C /
Editore: Hoepli]