Se devo pensare ad un narratore, abile nel rappresentare, non solo un fatto estetico, ma le pulsioni più nascoste, fra i primi che mi vengono in mente c’è sicuramente il regista Monicelli. Con i suoi tanti film ha dipinto in modo ironico la “varia umanità” che affolla il nostro Paese, alternando sapientemente dolce e amaro. Più passano gli anni e più mi accorgo che le cose che ha messo in scena erano vere e riscontrabili totalmente ancora oggi.
Ho pensato che fosse davvero il caso di leggere questo libro e comprendere i retroscena del suo modo di vedere e di elaborare.

[La commedia umana. Conversazioni con Monicelli / Ed.: il Saggiatore]