Si tratta di una conversazione con il giudice Rosario Priore, persona direttamente impegnata in una grande quantità di casi giudiziari di altissimo livello. Casi che ormai fanno parte della storia del nostro Paese. Indipendentemente dai contenuti, che mutano sempre con le scoperte di nuove indagini, questo libro l’ho trovato interessate perché mi ha aperto la mente su alcuni concetti, in particolare il fatto che per trovare soluzioni ad un problema bisogna uscire dal campo di azione in cui si è svolto, o si svolge, il fatto. Inoltre mi ha aiutato a smontare quel concetto fiabesco della divisione fra bene e male e buoni e cattivi, difficilmente riscontrabile in natura in caso di “interessi in corso”.

[Intrigo internazionale / Ed.: Chiarelettere]