Questo non è un libro di storia, né tanto meno di religione, questo è un libro di antropologia, più precisamente di antropologia culturale, è cioè un’indagine sull’uomo svolta attraverso testi scritti; in questo caso all’inizio del percorso di quella che allora era una nuova religione. Ebbene in questo libro scopriamo come un piccolissimo gruppo sociale si riconosce tale, comunica fra i propri componenti, si presenta ad un enorme e strutturatissimo gruppo sociale come gli antichi romani, vi entra in relazione: prima con scambio di informazioni, poi in conflitto, infine in collaborazione. Un interessante viaggio nei meccanismi di comunicazione e di relazione in genere (lasciando intatta e a parte la sfera della Fede). Questo volume è stato scritto da Adriana Destro, professore di Antropologia culturale all’Università di Bologna e da Mauro Pesce, professore di Storia del cristianesimo, sempre nell’Ateneo di Bologna.

[Antropologia delle origini cristiane / Ed.: Laterza]